Home > Argomenti vari > Correva l’anno 1950. – La protesta dei pastori meanesi.

Correva l’anno 1950. – La protesta dei pastori meanesi.

16 Giugno 2009

 

 

 

 

Era il maggio del 1950 quando le Camere del lavoro sarde organizzarono a Cagliari,il primo Congresso del Popolo Sardo.
L’incontro si tenne al Teatro Massimo e per la prima volta pastori,contadini,artigiani,minatori,operai ecc, portarono all’attenzione del neonato Consiglio Regionale della Sardegna le problematiche di sviluppo  del mondo del lavoro, per cercare di avviare finalmente un concreto progetto di rinascita sociale ,economica e morale dell’isola.
Alla vigilia del Congresso anche i pastori del Comune di Meana Sardo elevavano il loro grido di protesta contro la Giunta Regionale che non aveva voluto venire incontro alla loro disagiata situazione.Al termine dell’assemblea venne estesa la seguente lettera che poi venne inviata al Congresso:

"Tutta la Sardegna conosce quanto sia stata sfavorevole la

decorsa annata che ha determinato per quasi tutti i piccoli

pastori la perdita di metà del capitale .
In seguito a questa calamità molti pastori son caduti nelle mani

degli Ufficiali Giudiziari perchè non hanno potuto pagare gli

esosi canoni d’affitto .
Nel contempo è stata diffusa la voce che sarebbe stato attuato

un provvedimento di legge in favore dei piccoli e medi pastori

consistente nel ribasso dei canoni in ragione del 30% .
Venute meno queste premesse , i pastori meanesi si sono

impeganti con la ditta Dalmasso ed hanno preso le caparre per

poter pagare i pascoli al completo e puntualmente .
Ora è accaduto che il prezzo del latte è stato ridotto quasi a

metà dell’anno scorso e i pastori non solo non possono pagare

i pascoli ma non riescono a scomputare neanche le caparre .
 I pascoli  non sono stati ribassati in ragione del prezzo del latte ,

ma al contrario hanno un prezzo doppio e triplo .
D’altro conto l’Agente delle Imposte è giunto ad applicare sei

e settemilalire di ricchezza mobile a certi pastori detentori di

soli 20 capi ovini .
Si chiede che la Giunta Regionale prenda in considerazione

questa situazione ed adotti i provvedimenti adeguati ."

     Il Presidente : Succu Giovanni

 

 

  1. 25 Giugno 2009 a 22:25 | #1

    che bello passare per di qua e sentire la canzone che mi hai dedicato mauri

    ho letto il post, davvero nero quel 1950..

    e le cose si ripetono.. appena c’è crisi, il più grosso che vuole mantenere lo stesso tenore di prima schiaccia il più debole..

  2. Franco Marras
    1 Settembre 2009 a 15:09 | #2

    Complimenti per il blog e anche per la fotografia di ziu Nanneddu intento a fare il formaggio. Sono contento che una delle mie foto possa così girare il mondo. Grazie.

I commenti sono chiusi.